Dentisti Moldavia.

0
489

Dentisti in Moldavia.

Quando si parla di turismo dentale, difficilmente si pensa alla Moldavia, il piccolo paese dell’Est Europa che rimane al confine fra Romania e Ucraina, spesso, conosciuta nelle cronache per le difficoltà economiche e sociali che affliggono il suo territorio.

Pochi sanno infatti che nel corso degli anni la Moldavia (in particolare la capitale), è diventata meta anche di un modesto flusso di visitatori che giungono da differenti nazioni occidentali per effettuare delle cure dentali.

Esistono infatti(specie nella capitale) molti studi dentistici di buon livello in grado tranquillamente di competere in termini qualitativi con i colleghi dell’Europa occidentale.

dentistimoldavia

Cure dentali in Moldavia. Dentisti in Moldavia.

Dopo Polonia, Slovenia, Ungheria, Romania, Croazia e Serbia, ecco comparire un altro paese dell’Est Europa in grado di offrire prezzi molto più limitati rispetto alle quotazioni presenti nei paesi occidentali.

Il basso costo della manodopera ed il costo limitato di una serie di servizi locali, consente di erogare cure dentali a prezzi più competitivi rispetto agli altri paesi dell’Europa occidentale.

Implantologia Moldavia. Vale la pena andare a curarsi i denti in Moldavia?

Se si conosce uno studio dentistico e si ha anche la padronanza seppur parziale della lingua (russa o romene) può essere interessante valutare di curarsi i denti in Moldavia, altrimenti, potrebbe non rivelarsi un’ottima alternativa.

I collegamenti con la Moldavia via aereo con la capitale Chisinau sono molto frequenti e programmando il viaggio con un certo anticipo ed in un periodo del calendario lontano dalle date di rientro dei Moldavi in madrepatria(per risparmiare), è possibile limitare i costi del viaggio e del soggiorno in termini complessivi.

Dentisti in Moldavia. Commenti e recensioni.

Abbiamo raccolto alcune testimonianze di pazienti che negli ultimi anni si sono rivolti a cliniche e studi odontoiatrici moldavi(situati nella capitale del paese), al fine di capire la qualità del servizio erogato e naturalmente anche i costi sostenuti.

Le risposte ottenute (otto) sono tutte positive per la qualità del servizio ed in riferimento ai costi sostenuti, il risparmio ottenuto (dal confronto con i preventivi ‘occidentali’) è stato fra il 35 ed il 55%.

Torneremo a breve su questo argomento.