Ricostruzione gengive.

0
146

Recessione gengivale.

La ricostruzione delle gengive è un intervento che viene effettuato quando si presenta una recessione gengivale. Si tratta di una patologia grave e che, se non curata, può portare alla perdita dei denti. Scopriamo, quindi, quali sono le cause e i sintomi che portano le gengive a ritrarsi, in modo da sapere come comportarci in presenza di questo problema e come evitarlo ancor prima che si presenti.

Gengive che si ritirano. Le cure.

Recessione gengivale: come curarla con la ricostruzione delle gengive e cause

Le gengive hanno il compito di proteggere il parodonto, che, a sua volta, si occupa di sostenere il dente e tenerlo ben saldo all’osso. Con la recessione gengivale, questo viene esposto e, col tempo, rischia di rovinarsi irreparabilmente e costringere i denti a un’inevitabile caduta. Purtroppo, la recessione gengivale è una patologia che avanza molto gradualmente e può, quindi, essere difficile individuarla da soli. L’ideale, come in tutti i casi, è quello di presentarsi spesso dal dentista per delle visite, in modo che sia in grado di tenere sotto controllo il cambiamento dei vostri denti.

ricostruzione-gengive

Ricostruzione gengive. Le soluzioni.

Esistono diverse cause alla base di questa patologia, anche se la più comune è rappresentata dall’accumulo di tartaro, nonché da una spazzolatura scorretta. Molte persone tendono, infatti, a spazzolarsi i denti in orizzontale, anche a causa di uno spazzolino che non favorisce la spazzolatura in verticale. Questo può diventare un problema per le gengive, che sono costrette a sopportare un enorme stress e possono accumulare al loro interno più tartaro del previsto. Oltre a praticare un’igiene orale costante è, quindi, anche importante sapere come ottenerla in modo corretto.

Ricostruzione delle gengive.

Una volta stabilito che un paziente soffre di recessione gengivale, esistono due soluzioni: la ricostruzione delle gengive e l’otturazione. L’otturazione viene fatta nella parte del parodonto esposta, in modo da proteggerlo con del materiale in composito. Pare evidente che l’estetica, in questo caso, non sarà delle migliori ed è il motivo per cui questo tipo di intervento viene eseguito solo sui denti nascosti e non particolarmente visibili.

La ricostruzione delle gengive permette, invece, di riportare, tramite intervento chirurgico, le gengive al loro stato originario, in modo da coprire nuovamente il parodonto. Quando le gengive risultano essere troppo sottili per poter praticare l’intervento, si può ricorrere a un innesto di tessuto prelevato direttamente dal nostro palato o di tessuto artificiale (collagene).