Come togliere il tartaro dai denti.

0
47

Tartaro denti.

Come già saprete, la placca e il tartaro sono dei batteri che hanno lo scopo di attaccare i denti, consumandone lo smalto e dando origine alla carie. Il modo più comune che conosciamo per tenere lontane queste infezioni consiste nell’utilizzo dello spazzolino e del dentifricio, accompagnati a delle visite periodiche dal dentista. In questo articolo vedremo, nel dettaglio, come togliere il tartaro dai denti ed evitare la formazione di un’infezione, ovvero di una carie.

come togliere il tartaro dai dentiCome eliminare il tartaro dai denti. Che cos’è il tartaro e come prevenirlo.

Mantenere la propria igiene orale è fondamentale per tenere lontani i batteri associati alla placca e al tartaro. Ma, prima di spiegare come togliere il tartaro dai denti, partiamo dal principio descrivendo che cos’è e come si forma questo insieme di batteri all’interno della nostra bocca. Quando consumiamo certi alimenti, si forma la cosiddetta “placca”, che deve essere rimossa entro un certo numero di ore (consigliamo di non superare le otto) per evitare che sopraggiunga il tartaro. Quest’ultimo altro non è, infatti, che uno stadio avanzato della placca, la quale dà origine a una pellicola appiccicosa sulla superficie dentale, composta da batteri e residui di cibo. Questa è, generalmente, facilmente riconoscibile al tatto ed è possibile avvertirne la sua presenza in bocca.

Detartrasi.

Una volta che il tartaro ha invaso la superficie dei nostri denti diventa praticamente impossibile rimuoverlo, se non per mezzo di una detartrasi, ovvero una pulizia professionale dal dentista. Non possiamo, quindi, consigliarvi dei metodi casalinghi su come togliere il tartaro dai denti, poiché non ne esistono di realmente efficaci. Possiamo, però, suggerirvi come evitarlo, agendo in tempo e quando si è ancora in presenza della semplice placca.

Come togliere il tartaro dai denti. Il lavaggio dei denti.

Naturalmente, il modo più efficace per evitare l’accumulo di batteri è lavarsi i denti almeno due o tre volte al giorno e dopo ogni pasto. È importante associare allo spazzolino l’uso del filo interdentale e, eventualmente, del collutorio per una pulizia completa. Fondamentale è anche mantenere una giusta dieta, compresa di sostanze ricche di fibre ed evitando alimenti raffinati, come gli zuccheri. Per rimuovere più facilmente la placca, può anche essere utile fare uso di alcuni frutti od ortaggi, come la mela e il sedano, efficaci anche nello sbiancamento dentale.