Spazio tra i denti.

0
40

Denti distanziati.

Avere uno spazio tra i denti non sempre giova all’estetica di un paziente, che, anzi, può sentirsi a disagio nel sorridere o semplicemente parlare con altre persone, sapendo che queste potrebbero deriderlo o rimanere turbate dal suo problema. In realtà, molte vole si tende a esagerare e ingigantire un problema di bassa entità e di cui, magari, nessuno si è nemmeno mai accorto. Resta il fatto che avere un diastema (termine professionale) può rendere la vita difficile ad alcune persone, che preferiscono rivolgersi al proprio dentista per porvi rimedio. Se è il vostro caso, continuate a leggere per scoprire qualcosa di più su questo problema comune e quali sono gli interventi più diffusi per risolverlo.

spazio tra i dentiDiastema. Perché si forma uno spazio tra i denti.

Esistono svariati motivi del perché nasca uno spazio tra i denti vuoto e tenda a rimanere tale anche in età adulta. Se si pensa ai denti da latte, è piuttosto comune che un bambino presenti uno spazio vuoto tra i due incisivi superiori. Questo servirà, infatti, a dare il giusto spazio ai denti definitivi, che, normalmente, hanno una dimensione maggiore rispetto a quelli decidui. Quando capita, invece, che siano i denti permanenti a dare origine a un diastema, bisogna ricercare la causa in altri fattori.

Spazio tra denti. Le cause.

Tra i più comuni c’è il problema opposto all’affollamento dentale: le arcate sono, ovvero, troppo grandi rispetto al numero di denti o alla loro dimensione ed è per questo che tenderanno a formarsi dei buchi tra di loro. Un’altra causa dell’insorgenza di un diastema è una dimensione o lunghezza eccessiva del frenulo gengivale (si tratta del lembo di tessuto posizionato al di sopra degli incisivi e che si collega alle labbra), che può impedire ai due denti frontali superiori di congiungersi, dando origine a uno spazio vuoto.

Spazio tra i denti. Soluzioni.

Se il diastema non risulta essere un enorme problema per il paziente, egli può tranquillamente conviverci senza richiedere alcun intervento. Al contrario, se si pensa che questo vada a intaccare in maniera importante l’estetica, è possibile chiedere al dentista la soluzione migliore. Tra le più diffuse ci sono l’uso dell’apparecchio dentale (mobile o fisso), che va tenuto da 6 mesi a 2 anni ed è consigliato in età adolescenziale, e l’applicazione di faccette che andranno a coprire lo spazio tra i denti, facendoli apparire un po’ più grandi.