Come eliminare il tartaro.

0
52

Come togliere il tartaro dai denti.

Tutti siamo a conoscenza di questi fastidiosi batteri, meglio tradotti con il nome “tartaro”. Causa della formazione di carie dentali, facciamo di tutto per evitare la sua formazione e, in questo articolo, vogliamo proprio consigliarvi i metodi migliori e più efficaci per sbarazzarsene. Premettiamo che una visita dal dentista una volta l’anno è sempre d’obbligo, ma vi suggeriremo anche dei metodi naturali su come eliminare il tartaro, o, perlomeno, ridurre al minimo i batteri in attesa di potervi recare presso il vostro odontoiatra di fiducia.

come eliminare il tartaroPlacca e tartaro: ecco le differenze.

Iniziamo col distinguere il tartaro dalla placca, spesso fonte di confusione tra i pazienti. Quando mastichiamo alcune sostanze, come alimenti zuccherati, alcuni batteri iniziano ad accumularsi all’interno della bocca, attaccandosi ai denti e avviando un procedimento che, se non viene interrotto, può solo portare alla formazione di carie. Questo processo avviene in due fasi e la prima consiste nell’entrata in scena della placca batterica, fastidiosa ma decisamente meno pericolosa del tartaro. Si tratta di una patina sottile, appiccicosa e lucida, che ricopre la superficie dentale. Questa si può rimuovere facilmente con un’accurata igiene orale.

Togliere la placca dai denti.

Nel caso in cui l’interessato non proceda a lavarsi i denti entro poche ore o non lo faccia nel modo corretto, la placca si calcificherà, evolvendosi in tartaro. A questo punto, non c’è più modo di tornare indietro se non rivolgendosi al dentista per procedere alla detartrasi o pulizia dentale. Vi consigliamo, infatti, di effettuare una visita dal dentista ogni sei mesi ed eventualmente, in base al parere professionale, procedere alla pulizia dentale, in modo da ripulire regolarmente la bocca da ogni traccia di batterio.

Denti sani. Metodi naturali per eliminare i batteri.

Se non avete la possibilità di recarvi nel più breve tempo possibile presso uno studio odontoiatrico, esistono alcuni rimedi naturali per tenere alla larga i batteri. Tra questi vi consigliamo l’abbinamento “bicarbonato di sodio e acqua ossigenata”, che, oltre a eliminare i batteri presenti in bocca, possiedono un’ottima azione sbiancante. In alternativa, potete servirvi dell’olio di girasole o di sesamo, facendo dei risciacqui una volta ogni tanto.

Come eliminare il tartaro.

Questi rimedi fai-da-te non sono l’ideale su come eliminare il tartaro, non avendo la stessa efficacia di una pulizia professionale. Pertanto, vi consigliamo di servirvene solo come ultima risorsa, preferendo una consultazione professionale e, sicuramente, più efficace.