Impianto dentale tempi.

0
29

Implantologia dentale. La tempistica.

Grazie agli impianti dentali, oggi è possibile riavere dei denti nuovi di zecca e poter ricominciare a mangiare e a sorridere come un tempo. I vantaggi delle protesi fisse sono innumerevoli, a partire dalla comodità, di cui certo non può vantare la ancora assai diffusa dentiera. Ma come funziona un intervento di implantologia dentale? E, soprattutto, quali sono i tempi di un impianto dentale per poter essere inserito ed entrare in funzione? Ve lo spieghiamo, in breve, in questo articolo.

Implantologia. Composizione di un impianto dentale.

Gli impianti dentali sono composti da diverse parti, di cui la maggior parte realizzate in titanio. In particolare, si possono suddividere in una parte composta da una radice artificiale e un’altra da una protesi, che andrà a rappresentare il dente mancante. La radice ha lo scopo di sostituire quella precedentemente esistente, venendo impiantata all’interno dell’osso del paziente.

impianto dentale tempiImpianti dentali tempi. Fasi di implantologia dentale.

Questa procedura è rappresentata nella prima fase dell’intervento. Prima di affrontare un’operazione di implantologia dentale, è fondamentale sapere che non si tratta di una passeggiata. Questa, infatti, non si conclude in poche ore, ma bensì in mesi e il paziente deve esserne al corrente, valutando se è disposto a lanciarsi in questa “avventura” prima di poter ottenere il suo nuovo sorriso.

Come dicevamo, nella prima fase si procede, quindi, all’inserimento dell’impianto. Se il paziente non possedesse abbastanza osso, potrebbe essere necessario procedere a un implemento dello stesso, prolungando, così, ulteriormente, i tempi dell’impianto dentale. A questa prima parte di intervento seguirà una fase di guarigione, di una durata che va dai 2 ai 6 mesi, valutando caso per caso.

Impianto dentale tempi. Le fasi.

Solo una volta trascorso questo periodo di tempo, il dentista potrà procedere all’inserimento delle protesi, realizzate attentamente in laboratorio per poter sostituire al meglio (sia come aspetto che come funzionamento) i veri denti venuti a mancare.

In rare eccezioni questi due interventi possono venire eseguiti durante la stessa seduta, ma, di solito, è più comune realizzarli in tempi separati proprio per dare l’opportunità ai tessuti di guarire al meglio e di accogliere gli impianti inseriti.

Se tutto procede come dovrebbe, i tempi di un impianto dentale, per poter essere inserito e svolgere il suo ruolo, dovrebbero tradursi in un massimo di sei mesi. Un’attesa lunga, ma che verrà ripagata con un nuovo sorriso!