Rigenerazione ossea dentale costi.

0
115

Ricostruzione ossea dentale costi.

Durante l’inserimento di un impianto dentale, possono sorgere svariati problemi, tra cui la mancanza dell’osso necessario per il suo innesto. Molti pazienti si ritrovano, naturalmente o in seguito a interventi odontoiatrici mal eseguiti (ad esempio, proprio un’implantologia dentale eseguita nel modo scorretto), con poco osso ed è in questi casi che risulta necessario procedere alla rigenerazione ossea dentale di cui vedremo anche i costi.

rigenerazione ossea dentale costiRicostruzione ossea dentale. L’innesto osseo è per tutti?

La mancanza completa o parziale dell’ossatura necessaria a sorreggere uno o più impianti dentali è piuttosto comune. Capita, infatti, che alcuni pazienti richiedano l’effettuazione di questo intervento piuttosto che dell’inserimento della più comune protesi mobile, ritrovandosi però, in alcuni casi, a dover fare i conti con la realtà. Il problema dell’implantologia è, infatti, che non è una soluzione indicata per tutti i tipi di bocche e di pazienti, ma può essere associata solo ai più fortunati e privilegiati che dimostrano di avere le caratteristiche necessarie per sopportare un simile intervento (oltre a un’ossatura ideale, anche un buono stato di salute ed esente da particolari malattie che potrebbero causare il rigetto dell’impianto).

Ricostruzione ossea dentale costi. Come avviene la rigenerazione ossea e quali sono i costi.

I costi della rigenerazione ossea dentale variano in base a molti fattori, come l’entità stessa del danno e, quindi, dell’intervento, come e dove viene effettuato, ecc. Prima dell’intervento verrà anche stabilita la modalità di prelievo e inserimento del nuovo osseo, che potrà avvenire tramite prelievo autologo (ovvero servendosi di un nostro stesso osso adatto a questa funzione) o potrà essere deciso di servirsi di un osso sintetico. In più, bisogna prendere in considerazione come avverrà l’intervento, poiché esistono due modalità di innesto osseo.

Rigenerazione ossea dentale costi. Le situazioni.

Nella prima modalità ci si serve di un innesto, così definito, “bifasico”, proprio perché l’operazione avviene in due fasi. Nella prima viene inserita una membrana che avrà lo scopo di aumentare la quantità ossea nella gengiva, mentre nella seconda fase si procede all’inserimento degli impianti. L’altra modalità consiste, invece, in un innesto monofasico, dove tutto avviene in un’unica operazione, iniziando con l’inserimento dell’impianto e procedendo con l’aggiunta della membrana.

In base a queste caratteristiche, il dentista a cui deciderete di affidarvi potrà stabilire con certezza i costi della rigenerazione ossea dentale, che andranno a sommarsi a quelli dell’impianto.