Tariffe dentisti.

0
183

Costi dentista.

Le tariffe dei dentisti in Italia sono in continuo mutamento, dimostrando anche delle importanti differenze da una città all’altra. L’ascesa di popolarità delle catene low-cost ha creato un ulteriore divario rispetto ai prezzi a cui si era precedentemente abituati, dando maggiori possibilità al paziente di scegliere dove e a quale costo farsi curare.

tariffe dentistiPrezzi dentista. I costi di città in città.

Bologna e Milano sono risultate le città più care, nel 2016, dal punto di vista odontoiatrico. Mentre Napoli è considerata quella con i prezzi più abbordabili, a Bologna è stato registrato che la maggior parte dei pazienti si ritrova a sborsare fino al 20% in più rispetto ai prezzi standard. In realtà, come stiamo vedendo, non si può nemmeno più parlare di tariffe dentisti fisse, poiché, alla fine, ogni città e ogni clinica decide un po’ a modo suo.

Listino prezzi dentista. Perché le tariffe dentisti sono così elevate?

Ma perché andare dal dentista costa così caro? Per varie ragioni: il costo elevato dei macchinari, la disposizione degli strumenti per operare e le tasse elevate del nostro Paese nei confronti di questo settore. Se in Paesi confinanti, come la Croazia, è possibile usufruire di sconti fino al 50% su qualunque trattamento odontoiatrico, l’Italia si trova, spesso, limitata proprio dai costi maggiori da sostenere. E qui non si parla di qualità, ma di semplici differenze economiche fra due nazioni.

Dentisti low cost. Le catene low-cost contro la crisi economica.

Ma, se recarsi fino in Croazia per farsi curare i denti può risultare un po’ scomodo (soprattutto all’insorgere di eventuali problemi), l’alternativa italiana migliore ricade sulle numerose catene odontoiatriche che sono sorte negli ultimi anni e che continuano a spopolare.

Tariffe dentisti. Cliniche dentali low cost.

Il motivo del loro successo pare evidente. Se in una clinica privata il costo di una semplice otturazione può arrivare anche a 200 euro, nella maggior parte delle catene dentistiche si ferma a 100. Lo stesso discorso vale per molti altri interventi: estrazioni da 80 euro che nelle cliniche private superano anche i 200 e devitalizzazioni da centinaia di euro, quando in una catena low-cost ne basterebbero 150. Per non parlare del costo di una visita, fatto pagare una settantina di euro presso la maggioranza degli studi odontoiatrici privati e offerto gratuitamente dalle catene.

Le tariffe dei dentisti variano, quindi, da nord a sud Italia e da altri fattori, scatenando una vera e propria lotta per offrire al cliente interventi di qualità al prezzo più basso.