Quanto dura un dente devitalizzato.

0
27

Durata dente devitalizzato.

Quando parliamo di devitalizzazione, è difficile trovare qualcuno che ancora non conosca il significato di concreto questo termine.

In ogni caso, parliamo di una terapia odontoiatrica che prevede l’asportazione della polpa da un dente attraverso una serie di azioni.

L’obiettivo del dentista è quello di ‘salvare’ il dente anche solo ‘formalmente’ (in quanto il dente dopo la devitalizzazione dovrà essere ricostruito dallo stesso dentista).

La percentuale di riuscita di questa operazione è assai alta, nonostante sia complessa e laboriosa.

Devitalizzazione dente. Una pratica necessaria.

Normalmente, la devitalizzazione si mette in atto per evitare l’estrazione dentale e quindi, poter garantire per il futuro (alcuni o per parecchi anni, a seconda) la presenza del dente in bocca.

Questo tipo di terapia prevede una serie di step e si conclude con il rifacimento o l’incapsulamento del dente stesso.

Dopo la terapia, il paziente potrà continuare nell’utilizzo della masticazione il dente ‘ricostruito’.

Denti devitalizzati. I problemi.

Abbiamo già premesso che si tratta di un’operazione odontoiatrica complessa anche se ben conosciuta e diffusa.

Ora vediamo gli aspetti critici connessi con il post operazione della devitalizzazione.

Partiamo dalla durata di un dente devitalizzato, cioè, dal futuro di questo dente (o di ciò che di esso ne rimane) per l’avvenire.

Esistono denti devitalizzati che dopo 15 o 20 (od anche più)anni sono sempre presenti nella bocca e ben utilizzati dagli stessi pazienti.

In altri casi, i denti devitalizzati, possono già dopo i primi anni dall’intervento, presentare una serie di problematiche.

Dente nero devitalizzato. La tendenza a scurire dei denti devitalizzati.

Uno degli effetti maggiormente ‘visivi’ dopo la devitalizzazione, è quello relativa alla perdita del colore chiaro del dente devitalizzato, con il suo graduale ingiallimento prima e più tardi, con l’acquisizione progressiva di un colore sempre più tendente al nero.

Un altro aspetto critico, è quello riconducibile alla perdita di stabilità del dente devitalizzato.

Può infatti accadere che nel corso degli anni futuri, il dente diventi sempre più debole ed esposto a rotture e mancanza di tenuta.

Quanto dura un dente devitalizzato. Il controllo dal dentista.

In ogni caso, il tempo tende ad ‘invecchiare’ con progressione questi denti devitalizzati, facendo emergere tutte le criticità, per cui, è bene tenerli sotto controllo di un dentista durante le visite periodiche.