Senza denti.

0
32

Rimanere senza denti.

Sino a qualche decennio fa, incontrare persone completamente o parzialmente sdentate non era raro, specie, fra i soggetti di ceto sociale più umile.

Con il passare del tempo, la maggior cura ed attenzione verso la salute dei denti e della bocca in generale da parte di un pubblico sempre più ampio, ha portato le persone a non trascurare questo aspetto, anche effettuando una serie di controlli periodici dal dentista per prevenire ed eventualmente curare in tempo, anziché ridursi alla fine ad avere pochi denti in bocca.

Sdendato. Caduta denti.

Il quadro ‘immaginario’ di una persona sdendata, magari anziana ed in condizioni sociali precarie, è purtroppo ancora oggi ancora presente, anche se fortunatamente in quantità (il numero di questi soggetti) minore rispetto a parecchi anni fa.

La crisi e le difficoltà economiche, unite ad una serie di fattori collegati (emarginazione sociale, problemi di salute mentale, presenza di particolari patologie ai denti, ecc.) ha però impedito che i soggetti privi di denti fossero solo un ricordo del passato.

Le cause della caduta dei denti sono molte, anche se la prima fra tutte è rappresentata dall’incuria e dalla mancanza di igiene della bocca, un elemento che tutti possono fare, almeno in teoria.

Perdere i denti. Il fattore estetico.

Rimanere senza denti costituisce un problema connesso alla masticazione, alla postura e quindi, anche alla salute in generale del corpo, senza dimenticare però l’aspetto estetico.

Una persona senza denti rischia di essere esclusa dal contesto sociale, con ripercussioni nel quadro delle relazioni umane, del lavoro ed ovviamente (come conseguenza) anche in ambito economico.

Quindi, la mancanza di denti costituisce un mix di fattori negativi che portano il soggetto ad essere tagliato fuori da una vita pienamente vissuta.

Perdere tutti i denti. La prevenzione.

Sarebbe anche inutile dirlo ma la prevenzione è il primo elemento su cui intervenire.

La pulizia costante e quotidiana dei denti è il primo fattore per garantirsi una dentatura perfetta.

L’uso di uno spazzolino adeguato, magari un idropulsore, affiancando anche l’utilizzo di colluttorio periodicamente.

Effettuare visite periodiche di controllo dal dentista ed eliminando il tartaro in eccesso è l’altro passo da fare.

Senza denti. Implantologia costo.

Quando si arriva a non avere più denti in bocca o comunque, a perderne un numero consistente, diventa importante ricorrere all’implantologia.

Lo sbarramento alle cure per molte persone, è rappresentato dal costo elevato di questi interventi.

Esistono allo stato attuale offerte pacchettizzate a costi più accessibili ed in alcuni casi, molte organizzazioni no profit stanno intervenendo per rispondere alle esigenze di coloro che non riescono a coprire integralmente questi costi.